fidal.it: 4×400 donne – L’Italia delle donne è quarta, e sorride grazie al record italiano, fissato a 3:25.71 (precedente: 3:26.69, di Perpoli, Spuri, Carbone, De Angeli, Parigi, 20-6-1999) con una gara straordinaria. Chiara Bazzoni, Marta Milani, Maria Enrica Spacca e Libania Grenot finiscono ai piedi del podio, battute da avversarie più forti ma non irragiungibili come un tempo. Vince la Russia, confermando il pronostico più facile di tutto il campionato, in 3:21.06 (mondiale stagionale), segue per le medaglie il quartetto della Germania (3:24.07) e quello della Gran Bretagna (3:24.32). In prima frazione Chiara Bazzoni soffre ma non perde più del dovuto nel cambio con la Milani; la bergamasca compie un prodigio, l’ennesimo dei campionati, risalendo dal settimo al quinto posto, sulle tracce di tutte le altre. Anche la Spacca mette in mostra dei numeri, resistendo sul primo rettilineo all’avversaria francese, tenuta all’esterno fino alla curva, e poi tenendo abbastanza bene malgrado il forzato passaggio suicida. Infine, Libania Grenot, che vola sulla pista blu di Barcellona, alla quarta gara in cinque giorni, avvicinando, senza raggiungerle, le medaglie. Standing ovation per la staffetta azzurra del miglio, che porta a casa il secondo record nazionale dei Campionati, completando la bella stagione delle ragzze del giro di pista, tutte sensibilmente migliorate nel 2010.

Share