Dal sito fidal.it:

Marta, Nella serie più debole, aggredisce la gara probabilmente in modo eccessivo, finendo col subire, nella retta finale, il ritorno della tedesca Lindenberg (52.07 contro 52.64 dell’italiana). Il tempo finale non è da disprezzare, ma è probabile che una condotta di gara più accorta avrebbe potuto regalare alla bergamasca energie preziose nel finale. Nell’altra serie vanno tutte come saette (l’ucraina Yefremova vince con 51.02), così la Milani, a conti fatti, è ottava.

[media id=16]

Oggi invece con la staffetta 4×400 èandata decisamente meglio, il quartetto azzuro è riuscito a migliorare il tempo che avevano ottenuto lo scorso anno nella medesima manifestazione, nonostante Libania sia ancora decisamente fuori condizione (52.90 per lei in terza frazione). Per Marta una gara completamente diversa rispetto a ieri, oggi è stata decisamente più brillante nonstante le cattive condizioni meteo e ha corso la quarta frazione in 51.80 elettrico.

Share